Non si invecchia…. si guadagna Esperienza !!

Eccoci qui…. c’è chi il riassunto dell’anno appena passato lo fa il 1 gennaio e chi l’11 luglio… punti di vista…

Dopo tutto tra il 31 dicembre e il 1 gennaio non cambia assolutamente un cazzo come tra il 10 e l’11 luglio… quindi un giorno vale l’altro direi.

Vorrei poter fare come si faceva da piccoli con il diaro, iniziare con “caro diario, come stai? oggi è stato bellissimo”… invece la vita ti ha insegnato che probabilmente il “sono le 3 e ancora non ho imprecato con nessuno” è già un grandissimo inizio di giornata.

Facendo la somma di tutto non posso definirlo un anno brutto…

Pieno di cambiamenti arrivi e partenze,
gente che rimane nonostante tutto,
persone che continuano a sceglierti nonostante avrebbe la sacrosanta facoltà di vivere serena e invece ogni giorno sceglie di complicarsi la vita con me accanto,
amicizie che non erano tali,
la vita che ti cambia gli orari e le abitudini, dicono si chiami “crescere”, io penso che sia solo “responsabilità”.

Le persone magnifiche se ne incontrano ovunque soprattutto durante le finali dei mondiali e negli uffici di ditte precarie: sono quelle che ti cambiano la vita.

C’è chi lo sclero lo condivide con te al ritmo di “puddy puddy” durante l’orario lavorativo e chi lo fa la sera con un simpatico amico peloso bianco e nero che è gelosa che gli freghi la padrona.

Ci sono gli amici che perdi e poi ritrovi, quelli che in fondo non li hai mai persi ma li hai comunque ritrovati, e ci sono quelli che hanno il brutto destino di starti accanto per scelta… il masochismo va di moda dopo i libri di “Grey” evidentemente.

Perchè in questo anno le soddisfazioni ci sono state, con tanto trambusto tra l’una e l’altra, ma in fondo è quel movimento in mezzo che rende la vita magnifica.

Da piccoli il compleanno è qualcosa di magico, il giorno in cui sei il “leone” anche se eri il “coglione” per i passati 364, in cui tanti ti dedicavano un minimo della loro attenzione, poi arrivi a 26 e fai il conto nella tua mano di quelle persone importanti, e ritieni tale l’augurio solo di quelle poche dita: questo forse è “crescere”.

Non si invecchia, si fa “esperienza”, o come lo dicono i gamer, si “sale di livello”… e nell’idiozia del termine direi che a me piace molto di più.

Bilbo, per chi ha visto il signore degli anelli, ringraziava dicendo:

Conoscono la metà di voi solo a metà e nutro per meno della metà di voi metà dell’affetto che meritate

 

 

 

 

 

 

Mi piace riprendere queste parole aggiungendo:

Ma per FORTUNA, voi che state leggendo queste poche righe, l’importante è avere VOI…

Grazie da un Vecchio, meno saggio e più sclerato,
Aleslic

 

WordPress Slider Plugin Develop & Designed by A WP Life Team

Commenti

Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *